Blog-  

L'approccio ideale ad un nuovo metodo di sviluppo

L'utilizzo di un nuovo metodo di sviluppo incute sempre un po' di timore nello sviluppatore che, spesso e volentieri, alle prese con nuove logiche e flussi di codice, preferisce non abbandonare il metodo che già conosce, rinunciando quindi a fare il passo (che è sempre e comunque un passo in avanti, se non altro per l'esperienza che si accumula). Le scelte più conservative sono generalmente fatte da chi non ha il modo (o il desiderio) di dedicare un po' di tempo all'autoformazione e alla sperimentazione.

web-dev_800x530

L'approccio ad un nuovo metodo di sviluppo, per esempio basato su una piattaforma opensource sviluppata da altri programmatori, porta con sé numerose incognite e può presentare diversi livelli di difficoltà, non sempre legate alla preparazione tecnica dello sviluppatore.

Capire la logica con cui è stata realizzata una piattaforma è un punto fondamentale che è necessario affrontare e che si può rimandare ma non evitare.

Addentrarsi nel “nocciolo della questione”, il cosiddetto “core” è un salto spesso e volentieri nel buio, per compiere il quale è necessario munirsi di molta pazienza e di lucidità. Le difficoltà che si possono incontrare diventano insormontabili o quantomeno proibitive, specie se nel passato non si è mai avuto un metodo di lavoro preciso e standardizzato.

La tendenza principale è quella di inserire propri blocchi di codice (magari ereditati da altri progetti sviluppati in passato) all'interno delle singole pagine e tentare di farli funzionare non interessandosi minimamente di tutta una serie di aspetti che sono strettamente legati con il core, fra tutti la logica.

Analizzare come le altre pagine della struttura sono state sviluppate è di grande aiuto per individuare quelle porzioni di codice che possono servire al proprio caso e la maggior parte di queste sono rappresentate dalle funzioni condivise da tutte le pagine della piattaforma.

Conoscere le funzioni presenti nel sistema e quello che possono fare è di vitale importanza, poiché può far risparmiare molto tempo in fase di scrittura del codice.

Ogni intervento nel codice sorgente dovrebbe essere in linea con l'intera logica di sviluppo e ogni blocco di codice estraneo alla logica di sviluppo, dovrebbe essere rimosso, per garantire all'intero sistema sicurezza, prestazioni, consistenza e scalabilità.

Quali sono le vostre esperienze in merito e quali i vostri approcci?

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti possono interessare anche

Quando spieghiamo ai potenziali clienti quali sono i vantaggi nell'utilizzo dell'advertising online, parliamo anche del fatto che, una volta accesi i motori, il traffico comincerà immediatamente a fluire nel sito web. Ed è qui che si verifica qualcosa di paranormale: le loro pupille assumono distintamente una forma a Euro, ed alcuni nostri commerciali giurano di […]

Con questo articolo vorrei condividere con te alcuni casi pratici in cui un "pizzico" di configurazione avanzata dello strumento di web analytics ha permesso all'azienda e al team marketing di raccogliere dal sito web dati utili per conoscere ancora più a fondo i propri utenti. Si tratta di progetti web di settori diversi (turismo, e-commerce, automotive, […]

Spesso in MOCA ci capitano progetti web, in particolare e-commerce, che hanno un catalogo prodotti molto ampio ed un elenco di categorie altrettanto numeroso. In questi casi diventa difficile concentrare tutte le risorse in egual misura su ogni singola pagina facente parte dell'alberatura del sito, per motivi di budget, di tempo o di dispersione eccessiva […]

[CRO]
[CRO]
[Servizi]
[Servizi]
[ADV]
[ADV]
[CRO]
[CRO]
[SEO]
[SEO]
[Analytics]
[Analytics]
[SERVIZI]
[SERVIZI]
[Analytics]
[Analytics]
[ADV]
[ADV]
[SEO]
[SEO]