Blog-  

Campagne natalizie online: è tutto pronto?

Il Natale è ormai alle porte e ti potrà capitare di pianificare delle campagne specifiche in vista di questo periodo.
Potrebbe essere un'idea, per rendere il tutto più semplice, suddividere l'arco temporale in 4 grandi momenti, in questo modo sarà più facile pensare alla strategia se conosci i destinatari del tuo messaggio.

Il Natale non è solo il 25 dicembre!

regali-natale-campagne-adv

Ottobre: il Natale arriva in anticipo.

Pensiamo ai genitori e ai nonni, pensiamo ad un target sopra i 45 anni e mettiamoci nei loro panni per individuare un messaggio che evochi un'emozione.

A mio avviso dobbiamo raggiungere queste persone risvegliando dei ricordi, stimolando delle emozioni facendoli diventare portavoce del brand.
Ipotizzando di avere un'azienda che venda prodotti alimentari, punterei molto sull'aspetto visivo cercando di rievocare stili di vita passati e tradizioni, utilizzerei delle campagne Display (Facebook e AdWords) che portino traffico ad una pagina di atterraggio per dare seguito al concetto sintetizzato negli annunci, ti lascio un link all'articolo di Davide per approfondire il concetto di landing page.

Novembre: verso il Black Friday

In questa fase lo scenario cambia drasticamente, se prima parlavamo ad un pubblico adulto qui ci troviamo a parlare con dei ragazzi di età compresa tra i 18 e i 34 anni.

La maggior parte delle conversioni relative al Black Friday proviene da persone giovani e il 30% delle interazioni avviene nei 5 giorni precedenti l'evento.

#BlackFriday: il 62% delle conversioni proviene da giovani tra i 18-34

Il messaggio sarà totalmente diverso dal precedente e dovremmo accompagnare il giovane acquirente verso la conversione, potremmo usare una comunicazione molto diretta (puntando direttamente all'acquisto) iniziando diversi giorni prima dell'evento, qui la chiave da comunicare è sicuramente il prezzo.

Pensando alla nostra azienda alimentare prevederei:

  • Google AdWords, degli annunci Search con countdown nell'headline  - in modo tale da rendere visibile fin da subito il tempo rimanente per l'acquisto - annunci Google Shopping e attiverei del remarking dinamico sfruttando il feed di AdWords
  • Facebook: creerei un carousel di prodotti dinamico (se abbiamo a disposizione il feed) oppure un carousel di prodotti statico, scegliendo delle immagini interessanti per il target di riferimento
  • email marketing: predisporrei delle mail 1 settimana prima, 5 giorni prima, il giorno stesso e il giorno successivo al Black Friday, come nei due punti precedenti l'obiettivo è la vendita di conseguenza anche i contenuti della newsletter dovranno essere coerenti

Consiglio: prevedi sempre più di un invio della stessa newsletter per aumentare il tasso di apertura, per evitare di stressare troppo il database crea un segmento di utenti che non hanno aperto la mail precedente.

Dicembre: follia dell'ultimo minuto

Secondo Facebook il 73% degli acquirenti rimanderà l'acquisto la seconda metà di dicembre e gli uomini tra i 35 - 44 anni sono i clienti più iperattivi.

Natale alle porte? Targetizza su #Facebook per uomini tra i 35-44 anni

Verso Natale le spedizioni online diventano sempre più complesse e dato il periodo intenso, potremmo intervenire in due modi:

  • anticipando l'acquisto dell'utente prima di tale data con apposite campagne che lo aiutino a decidere il regalo, ad esempio con delle combinazioni di prodotto, utilizzando foto ambientate piuttosto che su sfondo bianco, dei pacchetti o ceste regalo… solitamente l'uomo ha bisogno di un piccolo aiuto in questo :)
  • portare l'utente presso il negozio fisico per fargli completare l'acquisto. Il cliente potrebbe preferire l'acquisto in negozio piuttosto che online, di conseguenza indirizziamo verso il punto vendita più vicino attraverso delle campagne geolocalizzate su Facebook e AdWords

In questi casi inviare delle mail automatiche (transazionali) per recuperare i carrelli abbandonati diventa fondamentale, dato il periodo natalizio potremmo pensare di apportare delle piccole modifiche al layout della mail personalizzandolo e fornendo del materiale aggiuntivo per convincere l'utente che è il momento giusto per acquistare i regali di Natale.

Riprendendo l'esempio dell'azienda che vende prodotti alimentari potremmo introdurre nella mail delle informazioni su come poter utilizzare i prodotti in modo alternativo, potremmo fornire qualche ricetta per il pranzo o cena di Natale, esaltare qualche proprietà nutrizionale oppure mostrare dei prodotti correlati.

Gennaio: nuovo anno, nuove opportunità

Le prime 2 settimane di gennaio offrono i CPM con il valore migliore dell'anno. Le spese raggiungono il picco per le donne della generazione X (25-44 anni).
Cerca di non commettere l'errore di stoppare le inserzioni appena dopo Natale e predisponi l'investimento tenendo conto di questo periodo.

Come target utilizzerei le persone che hanno acquistato durante il Black Friday, creando dei segmenti utili per ritargetizzare gli stessi utenti o per essere usati come audience di partenza per creare dei lookalike - audience con caratteristiche simili - questo è possibile farlo sia su Facebook che su AdWords, a questo link puoi approfondire l'argomento.

Altro canale che utilizzerei è l'email marketing per spingere delle “prevendite” prima dei saldi o per dare maggior risalto a determinati prodotti.
In questo periodo la sensibilità della donna al portafoglio è abbastanza alta considerando che avrà già speso parte della tredicesima per i regali di Natale, cercherei perciò di proporle dei prodotti senza farla sentire in colpa.

E tu che campagne farai per Natale, hai già pensato a qualcosa? Raccontaci!

Commenti

  1. thomas scrive:
    complimenti per una strategia di digital marketing pronta e confezionata sotto l'albero. da prendere e applicare ;)
    Scherzi a parte, veramente ben argomentata! bravi, come sempre del resto
    1. Silvia Vio scrive:
      Ciao Thomas, grazie mille per i complimenti e continua a seguirci :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti possono interessare anche

Tanto traffico ma poi... boh? Chi ha gestito campagne display l'ha pensato almeno una volta. Sappiamo che questo genere di promozione, soprattutto attraverso Google Display Network, garantisce CPC bassi (anche bassissimi), ed è in grado di trasformare in clic torrenti di denaro. Ma possiamo davvero chiudere gli occhi, tapparci le orecchie, e fare finta che […]

  A fronte di una ricerca su Google, credo che trovare velocemente la risposta sia una grande vittoria per tutti: per l'utente che nella frenesia quotidiana ha sempre meno tempo da dedicare alla navigazione utilizzando soprattutto dispositivi mobile per il motore di ricerca che ha assolto al meglio alla sua ragion d'essere e per chi effettivamente […]

Hai fatto una campagna online per aumentare la notorietà della tua azienda, hai portato traffico al tuo sito. Hai creato una pagina ad hoc dove veicolare il traffico delle campagne pubblicitarie (se invece ancora mandi il traffico a pagamento alla homepage del tuo sito ti consiglio di leggere qui perché è importante creare una pagina […]