Blog-  

Digital Local Marketing per catene di negozi o franchising

Se lavorate con/per una catena di negozi e volete approfondire il tema del marketing locale online per ogni punto vendita, continuate a leggere!

local-pins_800x530

Recentemente, infatti, mi è capitato di indagare il local marketing applicato a più negozi sparsi per l'Italia e di scegliere quali strumenti si possono utilizzare per unire la necessità di fare comunicazione di brand su larga scala (tutto il territorio) con la promozione di iniziative in un'area geografica circoscritta.

Ecco dunque una mia visione su alcuni strumenti utili:

  1. Servizi basati sulla localizzazione, come Facebook Places e Foursquare: aggiungere ogni singolo negozio in questi strumenti location-based permette di veicolare comunicazioni ad hoc, dopo che l'utente ha registrato la sua presenza nello store. L'analisi degli utenti che hanno fatto check-in tramite questi servizi si può prestare ad una lettura più profonda: ad esempio, questo permette di pianificare iniziative di marketing su base oraria o di genere.
  2. Facebook Advertising/Facebook Offers: anche per l'Italia si può targetizzare per città, andando a mostrare l'offerta/annuncio relativo una determinata area geografica solo agli utenti Facebook che hanno impostato la località in oggetto come quella in cui abitano. Si potranno, per contro, impostare campagne su una selezione di città (selezione di punti vendita) così come aprire il target senza riferimenti geografici, per campagne di brand.
  3. Google Plus Local: che ve lo dico a fare...bisogna esserci. È Google! Ora ogni inserimento diventa una pagina di Google+ (da cui deriva il nuovo nome, che è andato a sostituire la vecchia definizione di "scheda in Google Places"). Nella necessità di inserire tutti i punti vendita di una catena, grazie al caricamento collettivo è possibile caricare in una sola volta le informazioni di 10+ negozi, saltando il fastidioso processo di verifica singola tramite PIN o cartolina. La compilazione dell'excel da caricare non è immediata, vi avviso.
  4. Adwords Express: è il sistema pubblicitario di Google applicato al marketing locale e permette di mostrare un annuncio pubblicitario agli utenti che effettuano delle ricerche nell'area geografica in cui il punto vendita si trova. Adwords Express, a differenza di Adwords, non è basato sulle parole chiave ed è pensato per pubblicizzare le attività locali. In assenza di un sito web dedicato, la creazione di una pagina Google Plus Local è il procedimento più immediato per utilizzare questo circuito di advertising.
  5. Directory/Portali Local: un'altra tecnica è la registrazione di dati del singolo punto vendita in quei siti che suddividono gli inserimenti su base geografica. Inoltre, esistono portali che trattano di attività/eventi in una determinata regione/provincia: da ricercare per segnalare l'esistenza di un punto vendita in quell'arco di territorio.
  6. App: lo sviluppo di un'app della catena di punti vendita oltre ad uno strumento di brand diventa uno strumento di local marketing. Pensate infatti alla possibilità per l'utente di impostare un determinato negozio (o una selezione di punti vendita) come preferito, che per l'azienda si traduce anche nell'invio di informazioni specifiche su questo.
  7. Minisito: può anche bastare una pagina sola, con URL univoca e ottimizzata, dedicata ad ogni punto vendita. Oltre a diventare un risultato di ricerca per parole chiave local in aggiunta ai risultati delle mappe di Google, può essere usata come la landing page per attività di advertising. Poi, una pagina web per negozio diventa il luogo in cui far coinvolgere iniziative di local marketing così come di brand su larga scala.
  8. Newsletter: sappiamo che il database di contatti di un'azienda è importante. In ottica local marketing è opportuno registrare anche la provenienza geografica del proprio contatto in modo da poter impostare degli invii di newsletter anche su base geografica. Ad esempio, si potranno spedire delle comunicazioni profilate per quella parte di contatti a database che si trovano in prossimità di un punto vendita su cui sono state pensate delle iniziative.

Esulando dal marketing online, penso che il futuro (che è già presente) sia consolidare l'esperienza utente dentro il negozio con la presenza, per esempio, di QR code, l'installazione di sensori di calore per capire come la clientela si muove e dunque valutare in che posto mostrare un determinato prodotto, così come l'uso di tecnologie come iBeacon per "seguire" l'utente all'interno del negozio e suggerirgli il prodotto migliore.

Perché tutto questo? Per incrociare il target migliore, fornire il messaggio più targetizzato, fidelizzare l'utente a quel punto vendita e creare una comunità attorno al marchio.

A voi la parola adesso! Cosa aggiungereste per promuovere online una catena di negozi o franchising su base local?

Commenti

  1. Mary scrive:
    Ciao Giulia, complimenti e grazie per i contenuti di qualità! Sono proprio in procinto di sfruttare tutti i mezzi per promuovere un local business, si tratta di una catena di negozi con lo stesso nome e ragione sociale che però non ha un assortimento identico e dunque un posizionamento identico. Ci sono store piu lussuosi e store piu 'giovani'. Desiderando fare offerte su facebook ad hoc dovrò segmentare in modo pertinente, e qui ci siamo. Ma vorrei avere una fanpage unica per tutti i negozi quindi immagino dovrò calibrare i contenuti per non comunicare una brabd identity 'schizofrenica'. Hai qualche consiglio in merito? Una questione importante che non ho capito: volendo sfruttare la geolocalizzazione su FB e la funzionalità di registrazione, (cioè quando un cliente entra in negozio appare l'azione su FB) come faccio se su un'unica fanpage in realtà si riferisce a molteplici indirizzi? Posso in qualche modo nel inserire diversi indirizzi corrispondenti ai vari negozi e avere una geolocalizzazione relativa? O mi è consentito usare solo un indirizzo? e in questo caso come faccio a promuovere il singolo negozio in modo geolocalizzato? saluti, Mary
    1. Giulia Doriguzzi scrive:
      Ciao Mary, bene che il mio post ti sia tornate utile :)
      La soluzione ottimale sarebbe avere una Fan page dedicata per punto vendita, in modo da utilizzarla anche come landing page delle attività promozionali; in alternativa, puoi sempre avere un'unica Fan page e promuovere un determinato post. Circa la tua domanda sulla geolocalizzazione, mi viene da pensare che la pagina Fan unica sia più una pagina di brand che di punto vendita. Se vuoi fare una promozione ad hoc per negozio, e non vuoi optare per le due possibilità che ti ho scritto qui sopra, potresti creare una scheda per ogni esercizio commerciale in Google Plus Local ed investire in Adwords Express.
      Queste sono ovviamnente delle idee che ti sto dando a braccio senza conoscere lo scenario: se ti serve una consulenza ed un supporto, mandaci una mail :) Ciao!
  2. Mary scrive:
    Cara Giulia, grazie per la tempestività e i preziosi consigli. E' escluso che ogni punto vendita abbia la sua fan page per questioni gestionali organizzative, adesso è proprio così e c'è un caos generale, stiamo dunque unificando tutto in un'unica pagina. Possiamo considerare in futuro di fare più pagine se e quando avremo una situazione più strutturata. Come suggerisci, adotterò la soluzione di sponsorizzare uno specifico post nel caso di promozioni relative ad un unico negozio, valutandone l'efficacia. Per quanto riguarda google plus o places ho iniziato a compilare e inviare le 'anagrafiche' e sto attendendo i PIN di conferma. Probabilmente quando avremo sistemato il sito e la pagina FB si potrà valutare Adwords Express. Sicuramente ti considererò punto di riferimento per eventuali consulenze :) Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti possono interessare anche

Tanto traffico ma poi... boh? Chi ha gestito campagne display l'ha pensato almeno una volta. Sappiamo che questo genere di promozione, soprattutto attraverso Google Display Network, garantisce CPC bassi (anche bassissimi), ed è in grado di trasformare in clic torrenti di denaro. Ma possiamo davvero chiudere gli occhi, tapparci le orecchie, e fare finta che […]

Il Natale è ormai alle porte e ti potrà capitare di pianificare delle campagne specifiche in vista di questo periodo. Potrebbe essere un'idea, per rendere il tutto più semplice, suddividere l'arco temporale in 4 grandi momenti, in questo modo sarà più facile pensare alla strategia se conosci i destinatari del tuo messaggio. Ottobre: il Natale arriva in […]

  A fronte di una ricerca su Google, credo che trovare velocemente la risposta sia una grande vittoria per tutti: per l'utente che nella frenesia quotidiana ha sempre meno tempo da dedicare alla navigazione utilizzando soprattutto dispositivi mobile per il motore di ricerca che ha assolto al meglio alla sua ragion d'essere e per chi effettivamente […]