Blog-  

Immagini, Facebook e storytelling

Non colui che ignora l'alfabeto, bensì colui che ignora la fotografia sarà l'analfabeta del futuro (Laslo Moholy-Nagy).

storytelling_800x530

Chissà se è stato questo aforisma a far scattare nel quartiere generale di Facebook un ripensamento sull'importanza delle immagini. Oppure se sono state le immagini più grandi in Google+, che avanza lento ed incessante come l'acqua che modella le rocce.

Fatto sta che sembra evidente come Facebook ambisca a diventare il social network dello storytelling fotografico: immagine di copertina in evidenza con la nuova timeline e maggiore grandezza dell'anteprima nella bacheca. E ancora, l'aumentato numero di foto nella preview di un album (io ne ho viste fino a 9).

Il cambiamento ha riguardato prima l'app per mobile, traslata poi al sito.
Miglior visualizzazione uguale maggiori condivisioni? Sicuramente.

Le immagini più della parola scritta sono veicolo di sentimenti. E cosa c'è di più (potenzialmente) virale di un'immagine (e dei video) ?

Ecco un po' di idee sul da farsi:

  1. inserire immagini di buona qualità
  2. condividere immagini che colgano l'attenzione
  3. non disdegnare il link ad immagini su siti esterni
  4. includere il testo di una promozione nell'immagine (molta, molta attenzione alle linee guida di Facebook e all'aspetto legale in questo caso)
  5.  variare i soggetti tra prodotti/servizi, vita d'azienda e altro extra
  6.  fare della condivisione delle immagini un driver per l'engagement
  7. dare la giusta importanza agli status fotografici, scegliendo visualizzazioni diverse (vedi: sezione contenuti in evidenza in questo post)
  8.  attivare un promoted post in corrispondenza dell'immagine pubblicata
  9. giocare con l'immagine di copertina (alcuni esempi qui)

Vi vengono in mente altre opportunità? Dai, commentate qui sotto!
Ah, non dimenticate che foto e video sono premiate dall'Edgerank. Cos'è? Legget qui e qui. :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti possono interessare anche

Tanto traffico ma poi... boh? Chi ha gestito campagne display l'ha pensato almeno una volta. Sappiamo che questo genere di promozione, soprattutto attraverso Google Display Network, garantisce CPC bassi (anche bassissimi), ed è in grado di trasformare in clic torrenti di denaro. Ma possiamo davvero chiudere gli occhi, tapparci le orecchie, e fare finta che […]

Il Natale è ormai alle porte e ti potrà capitare di pianificare delle campagne specifiche in vista di questo periodo. Potrebbe essere un'idea, per rendere il tutto più semplice, suddividere l'arco temporale in 4 grandi momenti, in questo modo sarà più facile pensare alla strategia se conosci i destinatari del tuo messaggio. Ottobre: il Natale arriva in […]

  A fronte di una ricerca su Google, credo che trovare velocemente la risposta sia una grande vittoria per tutti: per l'utente che nella frenesia quotidiana ha sempre meno tempo da dedicare alla navigazione utilizzando soprattutto dispositivi mobile per il motore di ricerca che ha assolto al meglio alla sua ragion d'essere e per chi effettivamente […]