Blog-  

Remarketing su Facebook: perché usarlo subito!

Il 28 gennaio scorso Facebook ha annunciato attraverso il suo blog il rilascio di una funzionalità molto attesa dagli inserzionisti.

fb_target_800x530

Si tratta di una modalità pubblicitaria (in gergo chiamata Remarketing) che permette di intercettare persone che hanno già manifestato interesse verso un'azienda o un particolare prodotto, e che sono quindi potenzialmente più propense a compiere determinate azioni e trasformarsi in clienti.

Di Remarketing su Facebook si parlava in realtà già dal 2012, quando l'azienda californiana lanciò Facebook Exchange: un modello di pubblicità basato su offerte in tempo reale (real time bidding) gestito da alcune note piattaforme di advertising di terze parti (perlopiù statunitensi). In Italia la cosa fece fatica a prendere piede, vuoi per la limitatezza di alcune caratteristiche, vuoi per la necessità di dialogare con referenti spesso localizzati all'estero.

La novità di oggi sta proprio nel fatto che questa funzionalità viene resa disponibile in modalità self-service a tutti gli inserzionisti, aggiungendosi alla già ricca offerta di strumenti promozionali rilasciata da Facebook nell'ultimo biennio.

Principali vantaggi del Remarketing

Il punto di forza di questa modalità sta sia nella profilazione, in quanto è possibile isolare persone sulla base della loro pregressa esperienza di navigazione/acquisto, e nella personalizzazione dell'annuncio, che viene confezionato "su misura" per convincere le persone a completare l'azione voluta.

Remarketing: Come Funziona

Un'azienda potrebbe ad esempio rivolgersi alle persone che hanno scaricato la brochure di un particolare servizio, ma non si sono ancora messe in contatto per richiedere informazioni aggiuntive. Il gestore di un e-commerce invece potrebbe intercettare i visitatori che hanno aggiunto al carrello un determinato prodotto, e incentivarli a completare l'acquisto con uno sconto o una promozione.

Per le sue caratteristiche il Remarketing non va inteso come un'alternativa a campagne più generiche, ma come un'integrazione ad esse, potendo stringere il tiro su specifici segmenti di persone che sono già entrati in contatto con l'azienda (grazie magari ad altre attività di marketing), declinando gli annunci in funzione del loro comportamento.

Il Remarketing su Facebook: ancora più vicini agli utenti. Usalo per convincere chi ti conosce

Integrazione con altre funzionalità di Facebook

Fare pubblicità su Facebook permette di unire i vantaggi del Remarketing alle pecularità in termini di profilazione che Facebook mette a disposizione (età, provenienza geografica, interessi specifici, etc.).

Ad esempio, un'azienda del settore retail potrebbe spingere i visitatori del sito web a raggiungere i propri negozi localizzando la campagna nelle città dove è presente un punto vendita. Oppure, un e-commerce che volesse fidelizzare la propria clientela, potrebbe proporre un'offerta su Facebook ai soli clienti in procinto di compiere gli anni.

La varietà delle possibili combinazioni, la possibilità di pagare solo in base ai click effettivamente ricevuti dagli annunci, e l'ampiezza della base di utenti di Facebook (che a gennaio ha superato gli 1,2 miliardi di utenti attivi al mese) sono ulteriori elementi che fanno capire le potenzialità di questo strumento.

Anche per applicazioni mobile

Le novità introdotte da questa release riguardano anche i brand che hanno sviluppato una propria applicazione mobile, che potranno intercettare gruppi di utenti in base al comportamento di questi all'interno dell'app (es. acquisti fatti, prodotti inseriti nel carrello, ...).

Remarketing su Facebook da Mobile

La possibilità di rimanere in un ecosistema "mobile", e di personalizzare la campagna sulla base delle azioni realmente compiute dagli utenti, consente - secondo Facebook - di ottenere performance molto superiori alla media.

Da dove iniziare

Prima di partire è necessario un piccolo intervento tecnico con cui inserire una porzione di codice all'interno del sito (o App), che permette di "tracciare" gli utenti che decideremo poi di intercettare con le campagne. Dopodiché, bisogna iniziare a ragionare su come sfruttare al meglio le caratteristiche del Remarketing su Facebook, e in particolare:

  • focalizzare gli obiettivi che si vogliono raggiungere;
  • individuare i segmenti di clientela che ci interessano di più;
  • studiare gli annunci più efficaci per convincere gli utenti a compiere l'azione voluta;
  • integrare questa modalità con altre attività di marketing.

 

Avete già pensato a come utilizzare il Remarketing su Facebook?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti possono interessare anche

Tanto traffico ma poi... boh? Chi ha gestito campagne display l'ha pensato almeno una volta. Sappiamo che questo genere di promozione, soprattutto attraverso Google Display Network, garantisce CPC bassi (anche bassissimi), ed è in grado di trasformare in clic torrenti di denaro. Ma possiamo davvero chiudere gli occhi, tapparci le orecchie, e fare finta che […]

Il Natale è ormai alle porte e ti potrà capitare di pianificare delle campagne specifiche in vista di questo periodo. Potrebbe essere un'idea, per rendere il tutto più semplice, suddividere l'arco temporale in 4 grandi momenti, in questo modo sarà più facile pensare alla strategia se conosci i destinatari del tuo messaggio. Ottobre: il Natale arriva in […]

  A fronte di una ricerca su Google, credo che trovare velocemente la risposta sia una grande vittoria per tutti: per l'utente che nella frenesia quotidiana ha sempre meno tempo da dedicare alla navigazione utilizzando soprattutto dispositivi mobile per il motore di ricerca che ha assolto al meglio alla sua ragion d'essere e per chi effettivamente […]