Blog-  

Risultati sponsorizzati di Facebook: come utilizzarli

A fine agosto 2012 Facebook ha rilasciato un'ulteriore strumento per svolgere campagne di advertising all'interno della loro piattaforma: i risultati sponsorizzati, ripresi anche con la denominazione "sponsored results" e "result page ads" (qui un link alla documentazione ufficiale).

fbsponsored_800x530

Almeno in prima battuta la funzionalità è disponibile solo attraverso le API oppure mediante "Power Editor", uno strumento che, per comodità, compariamo ad "AdWords Editor" per le campagne di keyword advertising con Google AdWords.

In termini di utilizzo, l'advertiser potrà "acquistare" visibilità non per parole chiave bensì per oggetti, quindi pagine fan, applicazioni e luoghi; circa le modalità di spesa, saranno disponibili entrambi i modelli: un costo a click (CPC) oppure un budget per un numero definito di visualizzazioni (impression)(CPM).

Alcune interessanti idee di utilizzo sono state intercettate ad opera di chi sta già utilizzando questo strumento per le proprie campagne pubblicitarie:

  • intercettare il traffico verso i competitor (obiettivo: acquisizione di traffico generato da utenti in target)

Risultati sponsorizzati di Facebook #1

  • ottenere visibilità quando l'utente sta ricercando pagine o applicazioni correlate (obiettivo: farsi conoscere da utenti in target)

Risultati sponsorizzati di Facebook #2

  • ottenere visualizzazioni su ricerche che hanno a che fare con brand molto popolari e quindi soggetti ad abbondanti volumi di traffico (obiettivo: aumentare l'esposizione del brand)

Risultati sponsorizzati di Facebook #3

  • proteggere la propria visibilità in relazione a ricerche che fanno riferimento al proprio brand (obiettivo: brand protection)

Risultati sponsorizzati di Facebook #4

Avete altre idee circa il come si potrebbe utilizzare questo nuovo strumento di advertising di Facebook?

(fonti di approfondimento: InsideFacebook.com, VentureBeat.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti possono interessare anche

Tanto traffico ma poi... boh? Chi ha gestito campagne display l'ha pensato almeno una volta. Sappiamo che questo genere di promozione, soprattutto attraverso Google Display Network, garantisce CPC bassi (anche bassissimi), ed è in grado di trasformare in clic torrenti di denaro. Ma possiamo davvero chiudere gli occhi, tapparci le orecchie, e fare finta che […]

Il Natale è ormai alle porte e ti potrà capitare di pianificare delle campagne specifiche in vista di questo periodo. Potrebbe essere un'idea, per rendere il tutto più semplice, suddividere l'arco temporale in 4 grandi momenti, in questo modo sarà più facile pensare alla strategia se conosci i destinatari del tuo messaggio. Ottobre: il Natale arriva in […]

  A fronte di una ricerca su Google, credo che trovare velocemente la risposta sia una grande vittoria per tutti: per l'utente che nella frenesia quotidiana ha sempre meno tempo da dedicare alla navigazione utilizzando soprattutto dispositivi mobile per il motore di ricerca che ha assolto al meglio alla sua ragion d'essere e per chi effettivamente […]