Prima di affacciarmi al mondo del lavoro, non sapevo minimamente che cosa fosse il SEO, così lontano da aule e tomi di università. Non che adesso di SEO sappia tutto (mai come in questo settore, c'è sempre da imparare), ma so perfettamente che cosa il SEO è per me: è il lavoro che non mi fa dire, quando apro gli occhi al mattino “speriamo che la sera arrivi presto”, o che il lunedì non mi fa stracciare le vesti perché il week end è finito.

Una buona parte di ciò che sono lo devo a pagine di libri. A cominciare dalle storie che mia mamma mi leggeva da bambino, per convincermi a mangiare, fino alle letture che da grande mi hanno plasmato. Dalle pagine stampate ho imparato a vivere: come a volte capita di incontrare persone che cambiano la vita, così mi succede con i libri. E per quanto mi riguarda posso dire di aver trovato sulla mia strada più libri che persone in grado di farlo. Grazie a loro, oggi so che spesso l'unica differenza tra ragione e torto è un punto di vista. Che è necessario imparare a fare della vita una statua flessuosa e levigata, togliendo ciò che è di troppo. Che stare bene con se stessi significa stare bene in ogni luogo.

Mi piace anche la musica, ma non sono un esperto. Di una canzone apprezzo più il testo che la melodia, e in generale ascolto ciò che mi emoziona (come il vecchio blues e De André, ma anche… ebbene sì: Fabri Fibra).

Da sempre pratico sport, e credo che il detto “mente sana in corpo sano” sia semplicemente un'ovvietà. Come quasi tutti, ho passato qualche anno a dare calci a un pallone, e ancora oggi non disdegno le partitelle con gli amici. In generale amo gli sport di contatto, in cui non si finge e si lotta per vincere lealmente. Per questo considero una fortuna abitare a Treviso, città di grande rugby.

Adoro la buona cucina e il buon vino, ma sono incredibilmente lento a mangiare. Una volta, per stare al passo con chi era a pranzo con me, ho rischiato di soffocarmi con un toast. Da allora me ne sono fregato, chi vuole mi aspetta… Mi piace cucinare per le persone a cui voglio bene, e la mia fagiolata è un'autentica leggenda.

Nel 2010 sono stato in vacanza in Irlanda con gli amici, ed è stato amore travolgente. Da quell'estate torno sull'Isola ogni volta che posso, e non importa se ormai le vie di Dublino le conosco meglio della mia frazione: sedermi su una panchina a St. Stephen's Green mi gonfia sempre il cuore di gioia.

Ultimi articoli di Paolo

Quando spieghiamo ai potenziali clienti quali sono i vantaggi nell'utilizzo dell'advertising online, parliamo anche del fatto che, una volta accesi i motori, il traffico comincerà immediatamente a fluire nel sito web. Ed è qui che si verifica qualcosa di paranormale: le loro pupille assumono distintamente una forma a Euro, ed alcuni nostri commerciali giurano di […]

Tanto traffico ma poi... boh? Chi ha gestito campagne display l'ha pensato almeno una volta. Sappiamo che questo genere di promozione, soprattutto attraverso Google Display Network, garantisce CPC bassi (anche bassissimi), ed è in grado di trasformare in clic torrenti di denaro. Ma possiamo davvero chiudere gli occhi, tapparci le orecchie, e fare finta che […]

A ogni giro di orologio sentiamo ripetere che la forza del web, e ciò che lo contraddistingue rispetto ai “vecchi” canali, è che tutto (o quasi) è misurabile. Ogni piccola sfumatura del comportamento di un utente è tracciabile, e le decisioni di chi fa marketing possono essere supportate da una galassia di dati (li esamineremmo tutti con […]

Cominciamo a lavorare al tuo progetto iniziando con un caffè.

Conosciamoci!
Raccontaci la tua storia, parlaci dei tuoi obiettivi e capiamo assieme come possiamo aiutarti.


 Ho letto l'informativa sulla privacy e mi va bene
Se invece vuoi inviarci il tuo CV, scrivi a
[email protected]