BLOG

(Come realizzare un sito web) L’Ufficio come altoparlante

Ultimo contributo della mini serie che descrive alcune dinamiche associate ai processi di progettazione e realizzazione di un sito web.

Il primo articolo parlava di obiettivi e target come base di partenza per definire struttura dei contenuti, albero informativo, menu e percorsi di navigazione.
Il secondo post analizzava più nel dettaglio gli approcci adottati per l’attività di copy nel redigere i testi di un sito web.
Quest’ultimo contributo desidera focalizzarsi su delle attività che spostano l’attenzione verso lo staff aziendale e che si ricollegano al lancio dopo la pubblicazione online del sito.

Sono molto d’accordo con l’espressione per cui l’azienda è fatta dalle persone.
E penso che il sito web sia un’espressione dell’azienda.
Se nel sito finiscono i valori aziendali, allora possiamo inserirlo anche tra le massime espressioni di questa azienda (per lo meno online).
E’ per tale ragione che ho sempre voluto pensare al sito web aziendale, ponendomi nei panni di un dipendente, come ad una risorsa alla quale legarsi/affezionarsi, a disposizione per condividere e discutere, da sentire come propria, da giocarci insomma.

Uno dei miei più grandi obiettivi sarà impedire che la percezione della redazione di nuovi articoli per il blog sia equiparabile ad una grande rottura di scatole, non molto differente da un qualsiasi altro task operativo tra quelli più noiosi.

Certo dei concetti di cui sopra, ho iniziato a “lavorare” da subito sul rapporto che poteva instaurarsi tra il sito web e lo staff aziendale e, dato che la progettazione e lo sviluppo sono avvenuti internamente, ho utilizzato l’ufficio stesso per agire in questa direzione.

L’aspetto che ho desiderato “toccare” è stato quello della curiosità.
L’ho individuato anche proiettandomi sulle immediate attività post rilascio: (per semplificare) buzz, tanto buzz online!
Cerco di condividerlo sempre anche con i clienti di MOCA: per supportare il lancio di un’attività, di un prodotto, di un’iniziativa una bellissima rampa di lancio è rappresentata dall’azienda stessa nella figura dello staff aziendale che, spontaneamente, dovrebbe farsi portavoce della novità.

Ecco, ho cercato di coltivare questa dinamica, e sono partito dalla curiosità.
Curiosità che ho stuzzicato in diverse maniere:

  • annunciando che stavo per riprendere i lavori di progettazione con Mattia, chiudendomi la porta del suo ufficio alle spalle; :)
  • seminando per l’ufficio bozze di wireframe e mockup;
  • anticipando che al prossimo brainstorming aziendale (StarvingMOCA) avrei dato loro un’anteprima del layout grafico;
  • chiedendo alcuni contributi editoriali senza fornire un brief chiaro ed esaustivo ma semplicemente sufficiente a redigere il contenuto;
  • commentando gli sviluppi dei lavori esclusivamente con i due soci, ma facendomi sentire da una stanza all’altra;
  • confermando che le informazioni che condividevo non potevano essere anticipate online prima del lancio;
  • raccogliendo pareri circa lo sviluppo di solamente alcuni elementi grafici (ad esempio il logo);
  • anticipando alcune delle dinamiche di comunicazione interna che pensavo di veicolare sul blog aziendale.

Sono stato un po’ malefico, è vero, e mi sono anche divertito un bel po’. :)
Ho condiviso “pezzi di informazione” senza mai fornire una visione d’insieme.
Insomma, direttamente ed indirettamente ho chiesto il supporto di tutto l’ufficio.

Voi avete mai coinvolto l’ufficio ed i colleghi per dinamiche di questo tipo? Per generare un po’ di buzz online?

Vuoi che i prossimi articoli
te li spediamo via email?

  • contenuti esclusivi che non pubblichiamo altrove
  • cadenza irregolare: selezioniamo i contenuti più utili
  • 3.040 iscritti

Se ti è piaciuto questo articolo...

regalaci un momento di gloria e condividilo
nei tuoi profili social

Commenti

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *