BLOG

Liste e cerchie: dal gestire i contenuti ai contatti

I social network, negli ultimi anni, hanno modificato radicalmente quella che è la concezione di “contatto” intesa come persona con la quale si condivide qualcosa: lavoro, interessi, relazione. Personalmente attribuisco una grossa fetta della colpa a Facebook ed a quello che ha rappresentato con il concetto di amico, di amicizia.

Nel contesto dei social network, senza prendere una posizione in particolare (almeno non nell’occasione di questo articolo), una buona percentuale di utenza accetta e cerca nuove “amicizie” senza attribuire il giusto valore a questo tipo di relazione/rapporto; insomma, il livello, in questo senso, si è abbastanza appiattito. Appiattito al punto che molti sentono l’esigenza di fare un passo indietro facendo “pulizia” della propria rete di “amici” e vedono la necessità di iniziare a veicolare in maniera più attenta i propri contenuti pubblicati.

Tweet di Gianluca Diegoli (@gluca) sulle liste di contatti

Facebook, in questo senso, è intervenuto in almeno tre modalità:

  • ha reso più potente la gestione delle liste di contatti (per l’interazione più passiva, tipo la lettura e l’aggiornamento);
  • ha fornito ulteriori funzionalità per decidere a chi far vedere lo specifico contenuto (interessando quindi la modalità attiva, di pubblicazione);
  • ha concesso la possibilità di poter seguire i contenuti pubblicati da una persona senza necessità di procedere con una richiesta di amicizia (spesso del tutto fuori luogo).

Google+, invece, da subito ha implementato una gestione differente dei contatti introducendo una strumento specifico: le cerchie.

Ora, senza entrare troppo nel merito delle specificità di queste funzioni, desidero condividere una riflessione. Parte del nostro tempo e delle nostre risorse si sposterà verso la gestione dei contatti piuttosto che dei contenuti?
Immaginate di aver creato la lista “colleghi” su Google+; immaginate che un collega, un domani, accetti una proposta di lavoro altrove o, addirittura, siate voi a cambiare impiego. Cosa succede a quel punto?
Penso sia facilmente ipotizzabile un aggiornamento della lista in tal senso o la creazione di una nuova.
Un’attività, penso, non troppo diffusa oggi giorno tra la maggior parte degli utenti dei social network.

Secondo voi dedicheremo più tempo ai contatti oppure, dopo un po’, torneremo al solito trend?
Avete già organizzato i vostri contatti di Google+ in cerchie? Avete diviso gli amici di Facebook in liste funzionali?

Vuoi che i prossimi articoli
te li spediamo via email?

  • contenuti esclusivi che non pubblichiamo altrove
  • cadenza irregolare: selezioniamo i contenuti più utili
  • 3.040 iscritti

Se ti è piaciuto questo articolo...

regalaci un momento di gloria e condividilo
nei tuoi profili social

Commenti

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *